USCITE | Gita alla diga di Ridracoli

FALLOU, uno dei ragazzi africani ospiti del Comune di S.Sofia, racconta la visita alla diga di Ridracoli.

Il giorno 27 aprile, siamo partiti dalla piazza di S. Sofia verso le ore 14. insieme a me erano presenti i ragazzi del Gambia e del Pakistan con gli accompagnatori Sig. Zappia della Cooperativa FARE DEL BENE e 5 volontari AUSER. Dopo circa mezz’ora siamo arrivati al Piazzale antistante il ponte della diga, dove ci ha accolti il custode. E’ stato molto interessante conoscere il percorso dell’acqua, dei fiumi dell’ Appennino che vanno dentro il lago di Ridracoli, che tanti anni fa non esisteva e che si è formato con le acque raccolte dai corsi d’acqua che scendono dai monti intorno.
Tirava un forte vento e il custode ci ha invitato a non attraversare il ponte perchè era pericoloso; l’acqua del lago era molto agitata ,spinta dalla forza del vento. Abbiamo capito come funziona la raccolta dell’acqua che serva a dissetare gli abitanti di tanti comuni della Romagna, soprattutto in pianura e lungo la costa adriatica.Poi siamo scesi a Ridracoli per visitare il Museo IDRO. Una parte del museo è stata dedicata alla Scienza e alla formazione dell’universo; poi una sezione è riservata alla vita degli animali che si trovano nella foresta del Parco. E’ stato vedere il filmato in 3D che mostra la natura e le sue stagioni, il risveglio della foresta in primavera, la grande pioggia e il paesaggio con la neve. All’uscita dal museo, abbiamo avuto una grande sorpresa: Ileana ci ha preparato la merenda con pane e nutella. Siamo rientrati a S.Sofia molto contenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi